Close
Skip to content

Esportare in Cina

Come farlo al meglio

La Cina diventerà la prima potenza economica mondiale entro il 2030, crescendo ad un ritmo del 5% nei prossimi 9 anni.

Il PIL cinese è in crescita grazie ad una politica industriale – in settori come quello della produzione di batterie per veicoli elettrici o dei chip semiconduttori – in grado di influenzare pesantemente l’economia globale. La Cina è un partner commerciale importantissimo per l’Italia e non solo in import. Risulta infatti essere il nono mercato di destinazione del nostro export al mondo ed il primo nel continente asiatico.

    Capitale

    Pechino

    Valuta

    renminbi o yuan

    Continente

    Asia

    Superficie

    9 596 000 km²

    Abitanti

    1,4 miliardi 

    Lingua ufficiale

    Cinese mandarino

    Cosa serve sapere per esportare in Cina?

    Ecco qualche suggerimento per esportare con successo 👉

    Aspetti importanti per esportare in Cina

    Tenere conto della distanza geografica, delle barriere linguistiche, del fuso orario, della mentalità e abitudini profondamente diverse da quelle europee.
    Prevedere sempre degli investimenti iniziali: sconti sul prodotto, su quantità, partecipazione economica a promozioni, attività di marketing e fiere di settore.
    Fondamentale registrare il proprio marchio in Cina, il prima possibile.
    Tutelare i diritti di proprietà intellettuale, ad esempio con brevetti.
    La necessità di creare un rapporto personale stretto e di fiducia con il proprio partner locale mediante frequenti viaggi in loco che andranno mantenuti anche nel prosieguo.
    Verificare certificazioni, licenze ed etichettature specifiche richieste per l’importazione (es. China Compulsory Certification prevista per alcune categorie di prodotti e/o l’etichettatura in lingua cinese e la registrazione sul sito dell’AQSIQ per i prodotti agroalimentari)

    Vuoi un supporto per iniziare ad esportare in Cina?

    I principali prodotti da esportare sul mercato cinese 

    Il primo settore di sbocco per i prodotti italiani verso il mercato cinese è l’automotive (autoveicoli, rimorchi e semirimorchi), seguito da robotica ed automazione per cui l’Italia è tra i primi esportatori mondiali.

    L’export di prodotti freschi del comparto agricoltura e dell’alimentare è in forte crescita, come anche il settore vitivinicolo.

    Da non dimenticare il tessile, settore dove il prodotto Made in Italy è ampiamente apprezzato dalla popolazione benestante. 

    Classifica dei prodotti Made in Italy commercializzati in Cina

    esportare-automotive

    1.Automotive

    robotica

    2. Robotica e automazione

    esportare-prodotti-agroalimentari-italiani

    3. Prodotti alimentari freschi

    settore-tessile

    4. Tessile

    Differenze culturali da gestire  

    L’incontro e la creazione di un rapporto personale sono fondamentali per lo sviluppo della collaborazione nel mercato cinese. Per questo serve molta pazienza: le trattative a volte risultano lunghe e stressanti ma la relazione costruita con l’interlocutore è un’arma vincente.
    In fase di negoziazione raramente gli stakeholder esprimono frasi di aperto dissenso: è importante fare pratica e imparare ad interpretare le espressioni
    Il momento conviviale del pasto è fondamentale nella creazione delle relazioni con buyer orientali.
    Gli interlocutori orientali apprezzano la documentazione e le offerte redatte in lingua cinese.

     Come esportare prodotti italiani in Cina?

    Riassumendo, chi intende esportare in Cina deve pensare ad una strategia a medio-lungo termine.  

    È necessario in primis individuare un partner ideale con cui creare il giusto rapporto interpersonale e con il quale lavorare fianco a fianco per la promozione del marchio e/o del prodotto, dedicandogli tempo, supporto e collaborazione.  

    È indispensabile avere molta pazienza nell’ottenimento dei risultati prevedendo tutti gli investimenti necessari a supporto dell’attività, come campagne di comunicazione e marketing, campionature (ove possibile), partecipazioni a fiere e, non ultimo, viaggi in loco per sviluppare la partnership e dimostrare il proprio impegno al partner cinese. 

    Vuoi iniziare ad esportare in Cina?

    Contattaci