Close
Skip to content

Guida operativa per l’Export Manager

Tutte le attività di un Export Manager
per crescere nei mercati esteri 

mockup_copertina_libro_2

Il libro

Gli obiettivi

Il testo rappresenta una guida operativa per gli export manager, che trasferisce nozioni e casi studio raccolti in contesti e settori diversi.
In uno scenario in cui le imprese che esportano affrontano un momento di svolta rilevante – per le nuove dinamiche, pratiche ed abitudini da interiorizzare – l’Export Manager rappresenta la figura chiave per la crescita del business.

“L’Export manager è una “bussola”, lo strumento fondamentale per intravedere nell’incertezza internazionale i sentieri della crescita”

Dove acquistarlo

mockup-tablet-lp libro-pg interna

Come lavora l’Export Manager

Attività ed esempi pratici

👇 Scopri il metodo 👇

La valutazione dell’azienda

Una volta all’interno dell’azienda, l’Export Manager ha il compito di scoprire l’orientamento strategico, studiando il modello di business, attivando un assessment relativo al posizionamento export e confrontandosi con la proprietà.

Casi pratici

Analisi di mercato

Il secondo step consiste nel comprendere se l’impresa segua una valutazione strutturata per individuare i mercati esteri. La scelta dei mercati è una delle decisioni più importanti che l’impresa deve affrontare.

Casi pratici

La definizione
della strategia
di ingresso

Una volta identificati i mercati obiettivo, si definisce la strategia di ingresso, tenendo in considerazione i prodotti, l’attrattività del mercato e il livello di presidio ipotizzato.

Casi pratici

Il modello di
business estero

In questa fase occorre lavorare a stretto contatto con la proprietà per rendere il modello di business adeguato al progetto di export, definire il marketing mix e il piano commerciale.

Casi pratici

La valutazione e gestione dei rischi

La valutazione e gestione dei rischi è un aspetto strategico che l’EM deve essere attentamente considerare nell’individuazione e nello sviluppo dei mercati target. I rischi devono essere identificati, valutati e mitigati con l’obiettivo di ridurne – e se possibile eliminare – gli impatti sull’azienda.

Casi pratici

Export Business Plan

Una volta fatte le dovute analisi e valutazioni, si redige un Export Business Plan, lo strumento che formalizza il progetto lato costi e ricavi. Il documento dovrà essere condiviso con tutte le funzioni aziendali, dalla supply chain alle risorse umane, dai sistemi informativi all’area finanziaria.

Implementazione
dell’export business plan

L’implementazione dell’Export Business Plan richiede la definizione e l’avvio del piano operativo, con adeguamento dell’azienda in termini di organizzazione, processi e risorse umane.

Casi pratici

Il day by day
dell’export manager

Una volta approvati l’Export Business Plan e il piano operativo, si avvierà l’attività commerciale sui mercati target
per sviluppare la clientela finale e/o la clientela indiretta (reti commerciali).

Casi pratici

Monitoraggio e fine tuning dell’export business plan

Alla luce degli obiettivi fissati nell’Export Business Plan, occorre verificare gli scostamenti tra piano commerciale e azioni condotte e, laddove presenti, individuare le cause principali e progettare gli interventi correttivi.

Casi pratici

Scopri i casi studio per settore

Possiamo aiutarti?

Compila il form per ricevere un contatto dai nostri esperti e scoprire il nostro metodo. Raccontaci i tuoi obiettivi di export e troveremo insieme il percorso più corretto per te.

Conosci gli autori